Prime emissioni
Africa
   
 Camerun, 1987
chede a banda magnetica fornite dalla svizzera Autelca sono state in uso fino al 1990. Inizialmente erano stati emessi tre valori, 1500 F(tiratura 50.000), 3000 F(30.000), e 5000 F(15.000). In seguito, apparve una nuova serie di ordinarie, simile alla prima tiratura, ma con differenze nel logo e nel codice, stampata in quantità considerevole. Poi, nel 1990, il sistema magnetico venne abbandonato e gradualmente sostituito dalle schede a chip.
   
 Ciad, 1988
ard di tipo ottico, una serie di ordinarie comprendente tre valori (30, 60 e 120 unità), furono fornite dalla Landis & Gyr alla compagnia telefonica locale. Le prime schede prodotte erano se4nza tacca laterale mentre in seguito furono ristampate su supporto fornito di tacca. Nel 1991 il sistema ottico fu sostituito da quello a chip.
   
 Egitto, 1985
ttualmente in Egitto si sta utilizzando il sistema a schede magnetiche fornito dalla giapponese Tamura, ma fino al 1991 si utilizzavano schede e telefoni forniti dalla Urmet. Le schede erano di cartoncino plastificato, sul tipo delle prime fasce orarie Mantegazza, e la prima che venne stampata (solo 500 di tiratura) era una scheda test con una freccia rossa. Ne furono prodotte alcune varianti, poi la freccia divenne verde e furono distribuite anche le ordinarie ad alta tiratura. Recentemente sono stati effettuati alcuni test con schede ottiche e chip.
   
 Ghana, 1988
e prime due schede ottiche a sinistra sono state ristampate più volte nel corso degli anni, e le diverse ristampe sono riconoscibili dal codice sul retro (vedi scheda Landis & Gyr); ma la prima tiratura, la scheda blu da 60 unità, è riconoscibile per aver stampato per errore le parole Adwin asa invece di Adwen asa. Alcuni mesi dopo, la stessa scheda venne ristampata corretta, e vennero aggiunti i valori da 120 e 240 unità; quest'ultima card, tirata in 10.000 copie, non venne più ristampata ed è ora alquanto rara. Nel 1994, venne installato nel Paese un sistema telefonico a chip, tuttora in uso.
   
 Guinea Equatoriale, 1991
l sistema con schede a chip, adottato nel 1991, è tuttora in uso nel Paese. La prima scheda emessa era una semplice ordinaria bianca, con il chip in posizione AFNOR ed il valore facciale indicato in valuta locale, mentre in seguito fu espresso in unità.
   
 Guinea, 1992
hiamata anche Guinea Conakry per evitare confusione con Guinea Equatoriale e Guinea-Bissau, questa nazione ebbe la propria cartina geografica riprodotta sulle schede chip adottate nel 1992. Queste card, piuttosto comuni, sono state ristampate più volte nel corso degli anni; solo la prima emissione, però, riportava sul retro la pubblicità di un Istituto Bancario.
   
 Liberia, 1995
e prime e, per ora, uniche schede emesse in Liberia sono state questa serie prodotta dalla Urmet.
Cinque erano i valori facciali: There were five values: 10 unità (30.000 stampate), 25 unità (30.000), 50 unità (15.000), 100 unità (15.000) and 200 unità (15.000). Sono tutte molto difficili da reperire a causa della guerra civile.
   
 Mali, 1989
er un lungo periodo si sono viste circolare le semplici schede bianche a chip in uso nel Mali, e più recentemente una serie di figurate, ma prima del 1994 si utilizzavano le schede ottiche fornite dalla Landis & Gyr. La prima serie di ordinarie (30, 60, e 120 unità) erano senza tacca, in seguito vennero ristampate, ma con la tacca.
   
 Nigeria, 1985
l momento attuale sono in circolazione in Nigeria schede con chip elettronico, ma prima del 1994 venivano usate schede magnetiche prodotte dalla ditta svizzera Autelca. Durante il primo periodo, vennero usate dal pubblico schede di tipo test, usate anche in altre nazioni. Quelle nigeriane si riconoscono però facilmente, perchè il numero seriale non ha alcun prefisso, ma i primi due numeri, 20 o 40, indicano il corrispettivo valore in Naira, la valuta locale.
   
 São Tomé & Principe, 1991
uesta piccola nazione, composta dalle due isole di S.Tomé e Principe, è situata nel golfo di Guinea, attraversata dall'Equatore. La compagnia telefonica locale iniziò ad operare nel 1990 e la prima scheda vide la luce un anno dopo: vennero emesse 5.000 card di tipo ottico fornite dalla Landis & Gyr, con un valore facciale di oltre 90.000 lire. Attualmente esistono nel Paese solo cinque telefoni a scheda, tutti localizzati nella capitale.
   
 Sierra Leone, 1990
e prime card di questo Paese furono una serie di tre valori utilizzati come test, 10, 25 e 50 unità, ognuna delle quali prodotta in 1.000 copie, ma esistono due differenti stampe, per cui la tiratura complessiva è di 6.000 esemplari. Le schede vennero ristampate alcuni mesi dopo per l'uso generale, ma con una grafica diversa.
   
 Tunisia, 1983
chede ottiche della Landis & Gyr sono entrate in circolazione in Tunisia nel 1983 ed utilizzate per diversi anni; si conoscono solo tre schede ordinarie rosse, con valori facciali da 10 unità (solo 1.000 emesse), 20 unità (179.200), e 50 unità (90.600). Le card sono senza tacca, con la stampa di tipo verniciatura.
Più recentemente, nel 1994, vennero adottate le schede magnetiche della Urmet che sono tuttora in uso, mentre si stanno conducendo test con schede chip.


Africa  Asia  Europa  Oceania
Nord America  Sud America

Vota per All Cards!