Telecarte rare
Diversi sistemi in Turchia
a Turchia è una Repubblica indipendente che occupa una regione che si estende in parte in Europa e in parte in Asia, ed è una delle Nazioni del Medio Oriente più sviluppate, grazie alla crescente industrializzazione.
Oltre la metà della popolazione vive nelle aree urbane. Istambul è il centro culturale, industriale e commerciale del Paese, mentre Ankara ne è la capitale. Altre città di una certa importanza sono Izmir, Adana, Antakya (o Antioco), Konya, Edirne, Trabzon, e Bursa.
La migrazione di massa alle città, fenomeno iniziato negli anni cinquanta, ha portato ad uno stato di sovraffollamento, e le nascite e la durata della vita media sono più in linea con i Paesi Medio Orientali che con quelli Europei. La maggior densità di popolazione si riscontra nelle zone costiere, in particolar modo lungo il Mar Nero.



e prime schede telefoniche utilizzate in Turchia furono di tipo ottico, prodotte e fornite dalla compagnia svizzera Landis & Gyr, e la prima di queste apparve nel 1986. Furono emesse solo carte ordinarie, nonostante alcune riportassero delle pubblicità sul retro. Fino al 1988, furono stampate solo schede con fondo giallo metallizzato e scritte in argento, di valore facciale inizialmente da 120 unità, ben presto affiancato da altri due valori, 20 e 30 unità. In seguito, nel 1989, venne stampata un'altra tiratura di tre valori, questa volta su carte di colore diverso: 30 unità (verde metallizzato), 60 unità (blu metallizzato), e 120 unità (giallo metallizzato).
A sinistra, tre card ottiche Landis&Gyr, emesse tra il 1988 e il 1989
La scheda trial della Urmet: ne furono emesse e sperimentate 10,000 nel 1989
urante lo stesso anno, la PTT Turca iniziò delle sperimentazioni con sistemi telefonici diversi, e così i più importanti produttori di telefoni a schede offrirono i loro apparecchi, provandoli in diverse città turche. Si conosce l'esistenza di una scheda turca prodotta dalla ditta Italiana Urmet, raffigurante uno splendido vaso antico; una carta fu prodotta dalla giapponese Tamura, ed è oggi particolarmente rara; una bella serie di nove carte fu utilizzata dall'inglese GPT.
Le schede della GPT sono forse le più belle, tra quelle testate nel Paese; e sebbene ne siano state stampate 10.000 serie, la GPT le ritirò prima del completamento del test, così non è chiaro quante ne siano state realmente utilizzate in Turchia.

A destra: le schede emesse dalla GPT nel 1989. Riproducono vedute della Turchia, e presentano la tacca profonda e numero seriale 1TKY...
  
n seguito, dopo il completamento delle sperimentazioni, venne adottato il sistema sviluppato dalla ditta belga Alcatel-Bell, e venne emessa una serie di ben 29 schede, raffiguranti vari paesaggi e zone archeologiche turche, ogni soggetto in diversi valori: 30, 60, e 90 unità.
Queste schede furono ristampate alcune volte negli anni a venire, ma, mentre le immagini non furono cambiate, esistono diversità nei codici a barre, sovrastampe, ecc. sul retro, in modo che non è difficile distinguere le varie tirature. La serie di tutte le varietà di soggetti, valori ed altre differenze, è praticamente impossibile da completare, dato che è composta da ben 340 schede!
Un'ulteriore serie di paesaggi fu emessa in seguito, questa volta però i soggetti furono solo dodici; arrivando quindi ai giorni nostri, attraverso le varie emissioni di varie schede pubblicitarie singole.
Recentemente inoltre, la Compagnia Telefonica Netas ha emesso alcune schede con chip, che però non sembrano essere molto diffuse al momento.

Vota per All Cards!