Sistemi e Paesi
Schede induttive


l Brasile è la patria della tecnologia induttiva, che fu inventata nel 1978 da Nelson G.Bardini, un ingegnere, che presentò la prima scheda ad una mostra delle invenzioni nel 1982, vincendo il primo premio. La tecnologia destò l'interesse della Telebras, la Compagnia nazionale di Telecomunicazioni.
Anche se il primo prototipo apparve nel 1987, passarono altri 5 anni prima che le prime schede fossero pubblicamente testate, e il primo trial avvenne all'aeroporto di Rio, e lo stesso anno, qualche mese dopo, si iniziò la vendita delle schede al pubblico.

Il sistema induttivo è considerato economico ed affidabile, e la tecnologia opera attraverso sottili lamine ad induzione elettrica (ce ne sono 104 su ogni scheda). L'apparecchio telefonico contiene un'altra lamina che 'cerca' una lamina non usata sulla scheda e la 'brucia' come un fusibile in corto circuito. Non c'è, tuttavia, alcuna differenza visibile tra una card usata ed una nuova, tranne la presenza o meno della bustina sigillata. Il sistema induttivo è essenzialmente usato in Brasile, ma sono state condotte delle prove di utilizzo anche in Bolivia, Cina, Nicaragua e Nigeria.

Vota per All Cards!